Liturgia - PARROCCHIA SANTA CRISTINA E SAN BARTOLOMEO

Comunità Parrocchiale di Santa Cristina e San Bartolomeo
Vai ai contenuti

Liturgia

SOLENNITA' DELLA SANTISSIMA TRINITA' - 7 GIUGNO 2020
LITURGIA DELLA PAROLA

Prima Lettura
Es 34, 4b-6. 8-9
Il Signore, il Signore, Dio misericordioso e pietoso.

Dal libro dell'Èsodo
In quei giorni, Mosè si alzò di buon mattino e salì sul monte Sinai, come il Signore gli aveva comandato, con le due tavole di pietra in mano.
Allora il Signore scese nella nube, si fermò là presso di lui e proclamò il nome del Signore. Il Signore passò davanti a lui, proclamando: «Il Signore, il Signore, Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà».
Mosè si curvò in fretta fino a terra e si prostrò. Disse: «Se ho trovato grazia ai tuoi occhi, Signore, che il Signore cammini in mezzo a noi. Sì, è un popolo di dura cervìce, ma tu perdona la nostra colpa e il nostro peccato: fa’ di noi la tua eredità».

Salmo Responsoriale
Dn 3,52.56
A te la lode e la gloria nei secoli.

Benedetto sei tu, Signore, Dio dei padri nostri.

Benedetto il tuo nome glorioso e santo.

Benedetto sei tu nel tuo tempio santo, glorioso.

Benedetto sei tu sul trono del tuo regno.

Benedetto sei tu che penetri con lo sguardo gli abissi
e siedi sui cherubini.

Benedetto sei tu nel firmamento del cielo.

Seconda Lettura
2 Cor 13, 11-13
La grazia di Gesù Cristo, l'amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo.

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi
Fratelli, siate gioiosi, tendete alla perfezione, fatevi coraggio a vicenda, abbiate gli stessi sentimenti, vivete in pace e il Dio dell’amore e della pace sarà con voi.
Salutatevi a vicenda con il bacio santo. Tutti i santi vi salutano.
La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.

Canto al Vangelo Cf Ap 1,8
Alleluia, alleluia.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo,
a Dio, che è, che era e che viene.
Alleluia.

  
  
Vangelo
Gv 3, 16-18
Dio ha mandato il Figlio suo perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.

Dal vangelo secondo Giovanni
«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna.
Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.
Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio».

LETTERA PER IL MESE DI MAGGIO E PREGHIERE ALLA MADONNA DI PAPA FRANCESCO
ETTERA DEL SANTO PADRE FRANCESCO
A TUTTI I FEDELI PER IL MESE DI MAGGIO 2020
Cari fratelli e sorelle,
è ormai vicino il mese di maggio, nel quale il popolo di Dio esprime con particolare intensità il suo amore e la sua devozione alla Vergine Maria. È tradizione, in questo mese, pregare il Rosario a casa, in famiglia. Una dimensione, quella domestica, che le restrizioni della pandemia ci hanno “costretto” a valorizzare, anche dal punto di vista spirituale.
Perciò ho pensato di proporre a tutti di riscoprire la bellezza di pregare il Rosario a casa nel mese di maggio. Lo si può fare insieme, oppure personalmente; scegliete voi a seconda delle situazioni, valorizzando entrambe le possibilità. Ma in ogni caso c’è un segreto per farlo: la semplicità; ed è facile trovare, anche in internet, dei buoni schemi di preghiera da seguire.
Inoltre, vi offro i testi di due preghiere alla Madonna, che potrete recitare al termine del Rosario, e che io stesso reciterò nel mese di maggio, spiritualmente unito a voi. Le allego a questa lettera così che vengano messe a disposizione di tutti.
Cari fratelli e sorelle, contemplare insieme il volto di Cristo con il cuore di Maria, nostra Madre, ci renderà ancora più uniti come famiglia spirituale e ci aiuterà a superare questa prova. Io pregherò per voi, specialmente per i più sofferenti, e voi, per favore, pregate per me. Vi ringrazio e di cuore vi benedico.
Roma, San Giovanni in Laterano, 25 aprile 2020
Festa di San Marco Evangelista
      
Papa Francesco


Preghiera a Maria
O Maria, Tu risplendi sempre nel nostro cammino come segno di salvezza e di speranza.
Noi ci affidiamo a Te, Salute dei malati, che presso la croce sei stata associata al dolore di Gesù, mantenendo ferma la tua fede.
Tu, Salvezza del popolo romano, sai di che cosa abbiamo bisogno e siamo certi che provvederai perché, come a Cana di Galilea, possa tornare la gioia e la festa dopo questo momento di prova.
Aiutaci, Madre del Divino Amore, a conformarci al volere del Padre e a fare ciò che ci dirà Gesù, che ha preso su di sé le nostre sofferenze e si è caricato dei nostri dolori per condurci, attraverso la croce, alla gioia della risurrezione. Amen.
Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Preghiera a Maria
«Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio».
Nella presente situazione drammatica, carica di sofferenze e di angosce che attanagliano il mondo intero, ricorriamo a Te, Madre di Dio e Madre nostra, e cerchiamo rifugio sotto la tua protezione.
O Vergine Maria, volgi a noi i tuoi occhi misericordiosi in questa pandemia del coronavirus, e conforta quanti sono smarriti e piangenti per i loro cari morti, sepolti a volte in un modo che ferisce l’anima. Sostieni quanti sono angosciati per le persone ammalate alle quali, per impedire il contagio, non possono stare vicini. Infondi fiducia in chi è in ansia per il futuro incerto e per le conseguenze sull’economia e sul lavoro.
Madre di Dio e Madre nostra, implora per noi da Dio, Padre di misericordia, che questa dura prova finisca e che ritorni un orizzonte di speranza e di pace. Come a Cana, intervieni presso il tuo Figlio Divino, chiedendogli di confortare le famiglie dei malati e delle vittime e di aprire il loro cuore alla fiducia.
Proteggi i medici, gli infermieri, il personale sanitario, i volontari che in questo periodo di emergenza sono in prima linea e mettono la loro vita a rischio per salvare altre vite. Accompagna la loro eroica fatica e dona loro forza, bontà e salute.
Sii accanto a coloro che notte e giorno assistono i malati e ai sacerdoti che, con sollecitudine pastorale e impegno evangelico, cercano di aiutare e sostenere tutti.
Vergine Santa, illumina le menti degli uomini e delle donne di scienza, perché trovino giuste soluzioni per vincere questo virus.
Assisti i Responsabili delle Nazioni, perché operino con saggezza, sollecitudine e generosità, soccorrendo quanti mancano del necessario per vivere, programmando soluzioni sociali ed economiche con lungimiranza e con spirito di solidarietà.
Maria Santissima, tocca le coscienze perché le ingenti somme usate per accrescere e perfezionare gli armamenti siano invece destinate a promuovere adeguati studi per prevenire simili catastrofi in futuro.
Madre amatissima, fa’ crescere nel mondo il senso di appartenenza ad un’unica grande famiglia, nella consapevolezza del legame che tutti unisce, perché con spirito fraterno e solidale veniamo in aiuto alle tante povertà e situazioni di miseria. Incoraggia la fermezza nella fede, la perseveranza nel servire, la costanza nel pregare.
O Maria, Consolatrice degli afflitti, abbraccia tutti i tuoi figli tribolati e ottieni che Dio intervenga con la sua mano onnipotente a liberarci da questa terribile epidemia, cosicché la vita possa riprendere in serenità il suo corso normale.
Ci affidiamo a Te, che risplendi sul nostro cammino come segno di salvezza e di speranza, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. Amen.
Preghiera ai Santi Pastorelli di Fatima contro l’epidemia.
 
Santi Giacinta e Francesco, piccoli veggenti di Fatima ,per singolare grazia scelti da Maria Santissima nel suo Cuore Immacolato a divenire grandi testimoni della luce di Cristo, a voi ricorriamo oggi in questo momento di emergenza sanitaria, di dolore e di prova.
 
Cento anni or sono, o santi bambini ,foste colpiti voi stessi dalla terribile epidemia di febbre spagnola e portaste con fede nel vostro corpo i segni e i dolori del male che affrontaste con fede meravigliosa sino alla morte cristiana. La nostra Mamma Celeste vi aveva annunciato la morte prematura associandola alla passione di Cristo per la salvezza del mondo, e voi nella malattia e nell’agonia testimoniaste con la continua preghiera la totale adesione alla divina volontà .
 
 
Oggi un secolo dopo, siamo sconvolti da un’ altra terribile epidemia e ci rivolgiamo a voi con fiducia perché per il Cuore Immacolato di Maria ,che i vostri occhi videro già qui in terra, possiate ottenere per noi la salute dell’anima e del corpo, una fede forte e la capacità di essere solidali con quanti sono nella malattia e nella prova.
 
Voi, che con sorriso gentile e mitezza di cuore, accoglieste le cure mediche, assistete e proteggete tutti i medici e gli operatori sanitari nel loro immane sforzo in questa lotta contro la malattia.
 
Proteggete le nostre famiglie, facendo riscoprire la bellezza della preghiera recitata insieme e in particolare il Santo Rosario che voi stringeste fra le mani sino all’ultimo respiro. Con voi piccoli pastorelli e con Maria Santissima nostre madre e custode, con fiducia totale ci rivolgiamo a Gesù Cristo nostra salvezza che nella luce Pasquale vince il male e la morte. Amen
 
( don Luca Roveda ) con approvazione ecclesiastica
Pregare con i salmi. La preghiera della Chiesa
PROGRAMMA LITURGICO DEL MESE DI GIUGNO 2020
1 lunedì
16.30
2 martedì
16.30
3 mercoledì
16.30 Gruppo di pregiera Padre Pio
4 giovedì
16.30 Defunti del mese di marzo
5 venerdì
16.30 Def. Fam. Ghisoni e Perocini
6 sabato
18.00 per le persone decedute a causa del virus,  
Def. Fam. Curti
7 domenica
Solennità della Santissima Trinità
7.30 Def. Fam. Casella e Savarelli Maria Pia

11.00 ef. Chianello Salvatore, De Simone Vincenzo, Bollani Sergio e Pierluigi, Maaboli Erio, Ersilio e Luigia, Zanoncelli Angelo e Orsola, Tagliaferri Ettore
8 lunedì
8.30
9 martedì
8.30
10 mercoledì
8.30
11 giovedì
9.30 Defunti mese di aprile
12 venerdì
8.30
13 sabato
18.00 Def. Luciano Guerriero, Cirelli Esterina, Famiglia Galli, Piscioli e Ravaglia, Fam. Razzini e Lanza, Granata Lino e Carla, Lanzani Gianni
14 domenica
Solennità del Corpo e Sangue di Gesù
7.30 Def. Lorenzo e Mariuccia, Fam. Barbieri e Lodola, Daniele e Gino Roveda

11.00 Def. Fam. Premuni e Boriotti, Ferro Armando
15 lunedì
8.30
16 martedì
8.30 Def. Montani Paola e Bersani Primo
17 mercoledì
8.30
18 giovedì
8.30 Defnti del mese di maggio
19 venerdì
8.30 Def. Bollani Pierluigi e Sergio
20 sabato
18.00 Def. Roberto, Elisa e Rosanna Ravaglia, Fam. Cobianchi e Callegari, Acquetti Carla
21 domenica
XII del tempo ordinario
7.30 Def. Scotti Ettore

11.00 Def. Vermetti Enrico, Roveda Danoele (Classe 1957), Orsini Giuseppina e Massimo, Stringhetti Ettore, Brocchi Luigi, Sorezzini Caterina, Fam. Bianchi, Sorezzini, Pellegrinelli, Baiguera, Polonini Luigi
22 lunedì
8.30 Def. Luigi e Teresa
23 martedì
8.30
24 mercoledì
8.30 Def. Bollani Ines e Giuseppe
25 giovedì
8.30 Defunti del mese di Giugno, don Carlo Diegoli
26 venerdì
8.30 Def. Fam. Ferrari
27 sabato
18.00 Def. Fam. Olivo, Gottarelli e Mariani, Cobianchi Peppino, Granata Sergio
28 domenica
XIII del tempo ordinario
7.30 Def. Fam. Trentani, Angela e Francesco Peroncini
11.00 per la Comunità
29 lunedì
San Pietro e Paolo
8.30 per Papa Francesco
30 martedì
8.30
Torna ai contenuti